LAMPEMUSA il nuovo disco di Giacomo Sferlazzo .

 

LAMPEMUSA
IL NUOVO ALBUM DEL CANTAUTORE GIACOMO SFERLAZZO

Foto di Mauro Seminara

Si chiama LAMPEMUSA il nuovo album del cantautore Giacomo Sferlazzo e nasce nei mesi “Dell’emergenza” a Lampedusa. Durante quel periodo Giacomo si trova impegnato con l’associazione culturale ASKAVUSA tra l’accoglienza e la solidarietà con i giovani tunisini e le azioni di protesta nei confronti delle scelte del governo che hanno ridotto i migranti e gli abitanti dell’isola ad una condizione di ASSENZA DI DIRITTO. L’album contiene otto tracce registrate in diversi momenti tra Lampedusa e Roma dove il cantautore decide di attuare lo sciopero della fame dal 24 marzo fino al 30 marzo del 2011 davanti al parlamento e al senato, dipingendo una tela che poi regalerà alla comunità tunisina di Roma. Il disco nasce da un esigenza di raccontare alcuni aspetti dell’isola, in un momento particolare e intenso, in maniera istintiva e veloce, con il supporto fondamentale di Piergiorgio Faraglia e Marc de Dieux.

A tutti coloro che hanno trovato in Lampedusa la salvezza

A coloro che non l’hanno potuta vedere

A tutti quelli che vedendola se ne sono innamorati.

LAMPEMUSA

Etichetta : I FIGLI DI ABELE.

Prodotto da : Giacomo Sferlazzo

Testi/musica/voce e chitarra : Giacomo Sferlazzo

Registrato e mixato da Piergiorgio Faraglia

Foto di Riccardo Scibetta

Tracce:

1 LamPoesia : Una poesia in dialetto lampedusano. Lampedusa parla in prima persona di se stessa.

2 La canzone del santuario della Madonna di Porto Salvo : Un canzone in dialetto lampedusano con una struttura musicale ricavata dalla tradizione popolare siciliana che narra del Santuario della Madonna di Porto Salvo, luogo in cui nell’antichità i musulmani e i cristiani riuscivano a pregare nello stesso luogo e dove davanti all’immagine della Madonna vi era una lampada ad olio sempre accesa che veniva alimentata sia dai cristiani che dai musulmani. Un luogo che è simbolo dell’isola e di un mediterraneo che vuole incontrarsi.

3 Lampedusa 24/01/2009 : Registrata dal vivo al N’Importe quoi di Roma il 31/03/2011 durante un concerto per sensibilizzare sui fatti che stavano accadendo a Lampedusa.” Un brano che era già presente nel primo album di Sferlazzo “Il figlio di Abele” e che racconta di una giornata storica vissuta da molti lampedusani, per la prima volta i migranti e gli abitanti dell’isola si univano insieme per protestare contro la realizzazione di un CIE al grido di “Libertà”.

4/5 A Peppino a Vittorio e a tutti i rivoluzionari : Il 15 aprile 2011 viene ucciso a Gaza Vittorio Arrigoni proprio mentre Giacomo con i compagni di Askavusa stanno moltiplicando l’impegno politico e sociale in una realtà difficile come quella di Lampedusa, la sede di Askavusa è dedicata a Peppino Impastato e Sferlazzo sente l’esigenza di scrivere una poesia a due uomini che hanno dedicato la loro vita per migliorare la società e la comunità in cui vivevano, la poesia viene seguita da un pezzo strumentale.

6 Io non ho paura : Io non ho paura è la canzone cardine del disco sono i tre mesi di emergenza e di abbandono che hanno vissuto i Lampedusani e i migranti, emergenza che avrebbe dovuto portare ad una perdita di umanità a cui i Lampedusani e i migranti non hanno ceduto.

7 La canzone di Adelina : Adelina era colei che fino agli anni settanta faceva nascere i bambini a Lampedusa, dopo che smise la sua attività nessuno è più nato a Lampedusa, una figura mitica a cui il cantautore di Lampedusa ha voluto rendere omaggio.

8 Alì dagli occhi azzurri :Alì dagli occhi azzurri è una poesia di Pier Paolo Pasolini estremamente profetica come molti degli scritti del poeta. Un altro omaggio ad uno degli intellettuali più coraggiosi e liberi che l’Italia ha mai avuto.

 
Musicisti: Piergiorgio Faraglia,Ajad,Gianluca Vitale,Alessandra Parisi,Giacomo Sferlazzo.

Foto di : Mauro Seminara, Gianni Cipriano, Riccardo Scibetta.

Video Io non ho paura: http://www.youtube.com/watch?v=5X-EJXcqDbI

 

Il disco si può acquistare presso l’associazione Askavusa in via Giovanni Verga n1 Lampedusa AG 92010, presso il negozio “AGAVE” in via Mazzini a Lampedusa.

 Si può richiedere a info@giacomosferlazzo.it

O acquistare durante i concerti :

Domenica 21 Agosto 2011 ROMA,  Teatro Valle Occupato.   

http://www.teatrovalleoccupato.it/

Martedi 23 Agosto 2011 ROMA,  N’importe Quoi

http://www.facebook.com/profile.php?id=100000387410507

Sabato 27 Agosto 2011 Bruxelles, Pianofabriek.   

 http://www.pianofabriek.be/?lang=en

Giovedi 08 Settembre 2011 Lampedusa, Piazza castello.

Durante il MARINA CAFFE’ NOIR di Cagliari che si terrà dal 15 al 19 settembre.

http://www.marinacafenoir.it/

Sono previsti altri concerti per settembre e ottobre .

Nella seconda metà di  novembre il cantautore sarà impegnato in un mini tour in tutta Italia.

Inoltre Giacomo Sferlazzo realizzerà la performance BARCHETTE a ROMA e BRUXELES, per informazioni http://percorridoioumanitario.wordpress.com/

                                                                                                                                                     Contatti

 

Giacomo Sferlazzo:

                                                                                                                                    info@giacomosferlazzo.it

 

I figli di Abele records

ifiglidiabele@gmail.com

 

                                                                                                                                          Web Site

                                                                                                                                     www.giacomosferlazzo.it

http://ifiglidiabele.wordpress.com/

                                                                                                              

LAMPEMUSA
Un tuffo nella cultura mediterranea dell’emergenza. Un tuffo nell’emergenza della cultura mediterranea.
by Gaia Serena SimionatiIl
 
 progetto LAMPEMUSA nasce ricalcando il titolo di un Cd, creato da Giacomo Sferlazzo, potente artista lampedusano. Esso intende far conoscere la bellezza dell’isola di Lampedusa, ultimo posto dell’Europa primo avamposto dell’Africa, per antonomasia una terra di scambio, ponte culturale e lembo di ristoro nel Mediterraneo. Martoriata da giornali, notizie
nefaste e dissacranti, spesso ingigantite, l’isola ha bisogno di rivitalizzare l’energia costruttiva e creativa di cui è ricca. Così come Claudio Baglioni ha dato supporto e vitalità al festival Oscià invitando musicisti e ospiti noti, allo stesso modo con una mostra internazionale di 20 artisti che includono 13 paesi come: l’Iran, l’Iraq, l’Inghilterra, il Kashmir, il Kossovo, la
Palestina, oltre che l’Italia s’intende far valere la forza di un’Isola Musa, per ispirare nel loro soggiorno artisti stranieri e impregnarli della bellezza creativa della natura. Inoltre in un dialogo con gli artisti dell’isola, completi e trasversali come Giacomo Sferlazzo, musicista, cantautore, poeta, scultore o fotogra e scultori come Waltertito Mirisola e Maestri della
pittura come Antonino Meli, si vuole contribuire a promuovere ed ergere a emblema anche all’estero tali talenti nati da una terra, ricca di generosità, accoglienza e creatività.
La mostra si vorrà spostare poi a Palermo e a New York, nell’ottica di convogliare un pubblico internazionale a scoprire le bellezze culturali e naturali sia di Lampedusa che della Sicilia, meta nei secoli di un ponte, uno scambio continuo di diverse civiltà, sedimentate e sovrapposte che, nei secoli, ne hanno, costruito la ricchezza.
La mostra si svolgerà nel Museo di arte contemporanea e in più sedi, con performances e installazioni anche a livello ambientale che coinvolgeranno pescatori, abitanti del luogo e giovani. L’intento è quello di valorizzare un territorio di per sé molto bello, fonte di creatività e ispirazione per tutti nell’ottica poi di trasferire all’estero la fama dell’isola e convogliare un turismo ancora distante e ignaro delle potenzialità anche culturali dell’incantevole luogo.

Curator, Author: Gaia Serena Simionati
Vernissage: 08 Agosto 2011 @ 6pm
Public opening: 08 Agosto – 30 Ottobre 2011
Venue: Via roma, Museo di arte contemporanea, 92010 Lampedusa

 

                        

                                                                                                                                                     

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Concerti, Discografia, Mostre/Performance

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...