Giacomo Sferlazzo al TEATRO VALLE OCCUPATO di Roma.

Roma 21 agosto 2011.

Presentazione del disco Lampemusa al teatro Valle Occupato di Roma.

Con Piergiorgio Faraglia e Alessandra Parisi.

Il teatro Valle Occupato di Roma, è una delle poche espressioni nel nostro paese di un cambiamento possibile. Qualcuno vorrebbe separare l’arte, la cultura dalla vita politica e sociale del paese, alcuni addirittura la vorrebbero escludere, altri trasformare l’arte in un enorme affare plastificato, magari da usare secondo i propri bisogni ed esigenze. Quello che sta accadendo al nostro paese a tutti i livelli si potrebbe racchiudere in una frase, “Riduzione del diritto”, ed in questa riduzione di diritti si alimenta la paura dell’altro, delle diversità. Per fare questo c’è bisogno di rendere i cittadini ignoranti, non consapevoli, ridurre le coscienze, rendere gli uomini consumatori, riportare tutto allo stato di merce, senza sogni, senza inquietudini, senza emozioni. basta guardare quello che è accaduto alla scuola pubblica, ed ora alla cultura in generale, per rendersi conto che c’è un piano preciso, che è prima di tutto economico e di conseguenza politico, ridurre le coscienze, per irdurre i diritti, per riformare quello stato di schiavitù su larghe scale, per farci sentire contenti la domenica pomeriggio in un centro commerciale ad aquistare coase inutili.Il teatro Valle occupato è l’espressione che questo si può cambiare, si può suggerire alla società modelli alternativi dello stare insieme, della fruizione dell’arte, del fare arte, di fare rivoluzioni. Sosteniamo il teatro Valle e spero che questa esperienza possa moltiplicarsi in tutto il paese, noi a lampedusa con l’associazione Askavusa stiamo attuando processi che vanno nella stessa direzione, di una società che condivide e che vuole ripensare se stessa, all’interno di un mondo e di una storia che fondamentalmente non ci piace.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grazie al Valle occupato e buona resistenza.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Concerti, Partecipazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...