Lampemusa tour

Giacomo Sferlazzo – Lampemusa tour                                                                                            dal 19 al 22 ottobre

Giacomo Sferlazzo sarà protagonista di quattro importanti appuntamenti all’insegna del racconto, della musica e dell’impegno politico tra cui la prestigiosa partecipazione al Premio Tenco. Il tema centrale sarà l’isola di Lampedusa, isola in cui il cantautore è impegnato da anni con il collettivo Askavusa su diversi fronti.

giac

Giacomo Sferlazzo

Le forme usate per raccontare la complessità dell’isola saranno diverse.

Lo spettacolo LAMPEMUSA:

Dalla colonizzazione dell’isola avvenuta il 22 settembre del 1843 alla crescente militarizzazione dell’isola. Dalle storie di pesca, prima risorsa economica fino agli anni ottanta, alle migrazioni che hanno interessato e interessano l’isola e il Mediterraneo. La fuga di Enrico Malatesta e la tradizione “epica” dell’isola (Ludovico Ariosto ambientò sull’isola lo scontro dei tre cavalieri cristiani contro i tre saraceni). E ancora: piccole storie di donne e uomini che il cantautore ha raccolto dai racconti degli anziani dell’isola. Il santuario della Madonna di Porto Salvo di Lampedusa, luogo dove per secoli cristiani e musulmani pregarono insieme, alimentando la lampada ad olio posta sotto l’effige della Madonna. “U Violu” luogo rievocato dai ricordi del comandante Vito Gallo e scomparso per sempre dal centro abitato di Lampedusa. I “sacchi a leva” le barche per la pesca delle spugne nei ricordi di Giuseppe Balistreri maestro d’ascia dell’isola e tante altre storie su Lampedusa che difficilmente sentirete altrove. Giacomo Sferlazzo, riprende la tradizione dei cantastorie siciliani suonando la chitarra, il marranzano, la percussione a cornice e altri strumenti inventati da lui. Le storie (i cunti) si alternano alle canzoni di Sferlazzo o a quelle riprese dalla tradizione popolare, come “Li pirati a Palermu” (testo di Ignazio Buttitta – musica di Rosa Balistreri) o “Il Galeone” (testo di Belgrado Pedrini – musica di Paola Nicolazzi). Nelle date di Genova e di Firenze, Giacomo Sferlazzo sarà accompagnato dal musicista polistrumentista Jacopo Andreini.

lampemusa

Video di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=wO4wdaIoIog 

________________

La presentazione del dossier Lampedusa 3 ottobre 2013 il naufragio della verità:

Un dossier (https://askavusa.wordpress.com/03102013-il-naufragio-della-verita/) che racconta ed analizza i fatti accaduti in seguito al naufragio del 3 Ottobre 2013 avvenuto a poche miglia dalle coste di Lampedusa. Il documento è stato scritto dal collettivo Askavusa a partire dalle testimonianze dei soccorritori e di alcuni sopravvissuti. Riteniamo che la narrazione pubblica degli eventi del 3 ottobre 2013 sia stata mistificata e strumentalizzata, allo scopo di implementare politiche securitarie e militari travestite da interventi umanitari.

i-giorni-copertina

Il dossier accompagna la video inchiesta di Antonino Maggiore: Lampedusa 3 ottobre 2013 i giorni della tragedia, visibile a questo indirizzo:  https://www.youtube.com/watch?v=0HjMRcMlG9E.

____________________

La mostra Rumori di fondo:

Dal 20 ottobre al 5 novembre presso la sede del Club Tenco. In mostra alcuni degli oggetti appartenuti ai migranti e ritrovati dal collettivo Askavusa nelle discariche di Lampedusa , un’opera di Giacomo Sferlazzo e il video eMMMMe – Porto M. Lampedusa di Lorenzo Sibiriu (https://vimeo.com/150889308).

santuario

Il Santuario della Madonna di Porto Salvo di Lampedusa. 2011. Giacomo Sferlazzo. Foto di Laura Carnemolla.

Nel fondo del mare si sedimentano gli scarti della storia e nel fondo della storia si sedimentano le rivendicazioni e le lotte degli strati subalterni della società, sopra questi il vocio delle rappresentazioni dominanti riesce a coprire il grido forte che dal fondo arriva. A volte, addirittura, di questo urlo se ne fa un canto addomesticato per le orecchie di chi ha spinto nel fondo i corpi degli oppressi. Un canto di sirene robotizzate che distrae, che addormenta, che annienta. Estrarre a forza dal fondo, o dal decorso storico, il rumore autentico degli oppressi è impresa non solo ardua, ma che si presta a mille altre rimodulazioni e pericoli. Solo se si è attraversato quel fondo ci si può intonare all’urlo e solo se si è attraversata la discarica della storia che si può tentare di estrarne a forza gli scarti. Nei nastri bagnati delle audiocassette si ritrova, forse, la dimensione autentica di questa vibrazione, nell’incepparsi dei nastri che non scorrono perfettamente c’è l’incepparsi della storia. Una storia che banalmente “è scritta dai vincitori” e che dunque ci impone per un attimo di diventare analfabeti o di inventare nuovi alfabeti. Come le lettere che rimangono intraducibili nella loro totalità, che divengono più significanti nel loro essere inaccessibili attraverso il nostro linguaggio, il nostro alfabeto, la nostra cultura. Queste lettere rimandano ad un mistero e ad una risposta che va ascoltata al di là del loro significato immediato. Queste lettere si ascoltano con gli occhi, con la pelle, con i polmoni ma necessariamente con una presa di posizione. Questa mostra non ha una pretesa di universalità ma è partigiana fin dalla sua origine, cioè fino dalla raccolta di questi oggetti nella discarica di Lampedusa, raccolta avvenuta all’interno della barche usate per la traversata del Mediterraneo, barche che lo stato ha distrutto con tutto quello che vi era dentro spendendo centinaia di migliaia di euro.

archivio-giacomo

Una delle lettere trovate dal collettivo Askavusa. Foto di Andrea Kunkl.

19 ottobre – ore 21.00 – Milano – COX18 – via Conchetta 18

  • ore 18 discussione aperta – LAMPEDUSA: Migrazioni e Guerra ai confini dello spettacolo e presentazione del dossier Lampedusa 3 ottobre 2013 il naufragio della verità.
  • ore 19.30 aperitivo 
  • ore 21.00 Lampemusa: memorie e storie in mezzo al mare. Canzoni e racconti sull’isola di Lampedusa di Giacomo Sferlazzo.

_______________

20 ottobre – ore 18.30 – San Remo – Premio Tenco – Ex Chiesa di Santa Brigida (quartiere La Pigna)

  • Inaugurazione mostra Rumori di fondo del collettivo Askavusa presso la sede del Club Tenco – ex magazzini ferroviari – lungomare Italo Calvino. La mostra sarà aperta al pubblico dal 20 ottobre al 05 novembre 2016.
  • ore 18.30 – San Remo – Premio Tenco – Ex Chiesa di Santa Brigida (quartiere La Pigna) estratto dallo spettacolo Lampemusa: memorie e storie in mezzo al mare. Canzoni e racconti sull’isola di Lampedusa di Giacomo Sferlazzo.

______________

21 ottobre – ore 22.00 – Genova – Teatro della Tosse – Piazza Renato Negri, 6

  • ore 17.30 presentazione con proiezione del video Everywhere Better (durata 10 minuti) e presentazione del dossier Lampedusa 3 ottobre 2013 il naufragio della verità.
  • ore 19.00 concerto live con Escobari rifugiati ospiti del centro di Accoglienza Rifugiati Liguria
  • ore 20.00 Cena Buffet a cura di Giardini Luzzati -Spazio Comunecon i rifugiati del centro di accoglienza presso il Circolo Giardini Luzzati.
  • ore 22.00 Lampemusa: memorie e storie in mezzo al mare. Canzoni e racconti sull’isola di Lampedusa di Giacomo Sferlazzo.

_______________

22 ottobre – ore 21.30 – Firenze – CdPSettignano – via San Romano 1

  • ore 19.00 presentazione del dossier Lampedusa 3 ottobre 2013 il naufragio della verità
  • ore 20.00 cena sociale
  • ore 21.30 Lampemusa: memorie e storie in mezzo al mare. Canzoni e racconti sull’isola di Lampedusa di Giacomo Sferlazzo.

_______________

 

Per informazioni: ifiglidiabele@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...